Finanziamenti alle Imprese

Finanziamenti alle Imprese
I finanziamenti alle imprese sono finalizzati a sostenere l’iniziativa economica di un soggetto e possono essere di natura privata (banche e finanziarie) o erogati da enti pubblici, per finalità pubbliche.

I finanziamenti alle imprese sono tipi di prestiti erogati in favore di chi è titolare di un’attività economica e per finalità connesse alla sua impresa. In generale, possiamo considerali prestiti finalizzati, in quanto la loro erogazione è legata all’acquisto di beni capitali o al sostenimento di tutte quelle spese relative a un’iniziativa imprenditoriale.

Quando si parla di finanziamenti alle imprese, possiamo distinguere due tipologie: finanziamenti di banche e finanziarie; finanziamenti pubblici.
Nel primo caso, ci riferiamo a tutte quelle linee di credito, che mirano a soddisfare le esigenze della clientela titolare di impresa, per cui si configurano come ordinari finanziamenti, che seguono le leggi del mercato e ne sottostanno, in termini di condizioni e garanzie richieste.

Altro conto è, invece, quando ci si riferisce al complesso di finanziamenti, derivanti dal settore pubblico, che hanno lo scopo di sostenere l’impresa e gli investimenti privati, specie in aree depresse del Paese o in favore di categorie considerate svantaggiate, come i giovani e le donne, i cui tassi di occupazione sul mercato sono bassi.

Ad esempio, fanno riferimento a questa categoria i finanziamenti agevolati in favore dell’imprenditoria femminile, o in favore di imprese, il cui titolare abbia generalmente tra i 18 e i 35 anni.
In questi casi, il credito può essere erogato direttamente dall’ente pubblico (regione, stato, UE) o anche tramite banche e finanziarie private, le quali, tuttavia, sarebbero tenute ad osservare le condizioni di erogazione.

Nel caso di finanziamenti alle imprese, su impulso di enti pubblici, sono previsti, in alcuni casi, prestiti a fondo perduto, per una parte del credito ottenuto. Ciò significa che il debitore non è tenuto a restituire la quota “a fondo perduto”, per cui il vantaggio, in termini di finanziamento, è considerevole ed evidente.

Attualmente, un finanziamento in favore dei giovani che vogliano fare impresa è previsto per gli under 35 dalla legge 236, per le regioni italiane rientranti nell’Obiettivo 1 del Trattato UE.